GRAZIE A FLI ED ERICKSON, DUE LE TESI LOGOPEDIA PREMIATE ALLE GIORNATE CLASTA 2019

Sono stati 43 i laureati/e provenienti da 14 università e 7 regioni italiane a rispondere al bando per la quarta edizione del Premio Miglior Tesi in Logopedia intitolato a Laura D’Odorico.

La commissione, considerati i punteggi medi attribuiti ad ogni tesi in base ai criteri in precedenza definiti, dopo ampia discussione ha deciso di assegnare:

  • Premio Miglior Tesi sostenuto da FLI  alla candidata Benedetta Colavolpe, Università degli Studi di Padova, per la tesi dal titolo Valutazione della competenza fonologica mediante test dinamici presentati come giochi. Relatore Prof. Prof. Claudio Zmarich con la seguente motivazione:

La tesi presentata dalla dott.ssa Colavolpe si colloca nell’attuale indirizzo di studi e di ricerche relativi all’uso degli strumenti educativi tecnologicamente avanzati di supporto nell’apprendimento della lingua sia parlata che scritta con particolare riferimento alla  gamification modality. Viene elaborata una sperimentazione di test dinamici per la valutazione delle abilità di percezione e produzione a livello fonetico-fonologico, attraverso compiti di discriminazione,   e compiti di ripetizione di parole e non-parole. La riflessione teorica, particolarmente approfondita, l’impianto sperimentale, il piano metodologico e procedurale hanno richiesto un grado di elaborazione, e di approfondimento sicuramente elevato, facendo di questo lavoro di tesi un bagaglio esperenziale di rilievo.  

  • Menzione speciale sostenuta da Edizioni Centro Studi Erickson alla candidata Francesca Tironi, Università degli Studi di Milano, per la tesi dal titolo Traiettorie di sviluppo linguistico (6-36 mesi) nella popolazione con e senza rischio familiare. Relatrice dott.ssa Raffaella Pozzoli con la seguente motivazione:

Obiettivo del lavoro della tesi presentata dalla dott. Tironi è quello di studiare le traiettorie di evoluzione del vocabolario espressivo in bambini con e senza rischio familiare per i disturbi di linguaggio e di apprendimento, approfondendo l’influenza della familiarità sulle competenze linguistiche dai 20 ai 36 mesi di vita. Il quadro di riferimento teorico risulta pertinente; il metodo adottato che appare adeguato e rigoroso e i risultati sono presentati in modo chiaro e ordinato. Il lavoro in generale dimostra una comprensione teorica e l’acquisizione di conoscenze di carattere metodologico che sicuramente saranno utili alla professione.

Leggi anche l’articolo sul Premio Miglio Poster 2018.

Potrebbero interessarti anche...